FESTIVAL DELLE ANTICHE REPUBBLICHE MARINARE PDF Stampa E-mail
Fonte: www.amalfiweb.it 12/09/08   
dal 14 al 28 settembre 2008
Amalfi (Sa) Programma

domenica 14 Settembre
Duomo di Amalfi
ore 21.00 Concerto di Inaugurazione
Orchestra da Camera Italiana
Salvatore Accardo, direttore e solista


venerdì 19 Settembre
Duomo di Amalfi
ore 21.00 Viaggio Musicale da Napoli a Venezia
Solisti, Orchestra e Coro delle Antiche Repubbliche Marinare
Filippo Zigante, direttore


sabato 20 Settembre
Darsena - Amalfi
ore 21.00 Concerto Piccolino
Sergio Cammariere


domenica 21 Settembre
Darsena - Amalfi
ore 21.00 Musica Meticcia
Les Boukakes


giovedì 25 Settembre
Aula Biblioteca Comunale - Amalfi
ore 9.30/13.00 "L'interscambio culturale, religioso ed artistico nel bacino mediterraneo (secc. IX-XIV)”
Convegno “Il caso della Repubblica Marinara di Amalfi”
A cura dell’Istituto di Cultura e Storia Amalfitana
Basilica del Crocifisso – Amalfi
Sala Ibsen- Amalfi
ore 21.00 Cartoline dall’Italia
Playing Brass


venerdì 26 Settembre

Darsena - Amalfi
ore 21.00 A Teatro con...Zelig
Paolo Migone


sabato 27 Settembre
Antico Borgo - Amalfi
ore 19.00 /22.00 Notte del Mediterraneo - Amalfi by Night
Festa della Musica del Mediterraneo
Musiche, giochi di fuochi, balletti ed acrobati con gruppi etnici e della tradizione popolare tra slarghi, vicoli e piazzette del centro storico
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Darsena - Amalfi
ore 22.30 Suoni ed Etnie del Mediterraneo
Toni Esposito e la Banda del Sole
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Darsena - Amalfi
ore 24.00 Spettacolo di chiusura
Fuochi pirotecnici


domenica 28 Settembre
Basilica del Crocifisso - Amalfi
ore 18.00 Dedicato a Salvatore Quasimodo
(Modica, 20 agosto 1901 - Amalfi, 14 giugno 1968)
Un viaggio poetico e musicale a 40 anni dalla scomparsa del poeta
Alessandro Quasimodo, voce recitante
Sebastiano Brusco, Marco Scolastra, duo pianistico


articoli di Mario Amodio
da: Il Mattino 12/09/08
Nell’anno dell’ottavo centenario della traslazione delle spoglie di Sant’Andrea apostolo da Costantinopoli ad Amalfi, ecco un festival che celebra l’arte e la tradizione musicale delle quattro repubbliche marinare. Venezia, Genova, Pisa e Amalfi - con quest’ultima che ospiterà l’evento in programma da domenica fino al 28 settembre - dopo la sfida sul mare della Costiera nel palio remiero di giugno, tonano a incontrasi per dar vita a una rassegna tra storia, arte e spiritualità. È questo il filo conduttore del primo festival delle antiche repubbliche marinare che animerà la città di Amalfi per tre weekend. Dopo oltre ottocento anni, una manifestazione che celebra il profilo artistico, musicale e spirituale delle quattro repubbliche marinare. Fitto di eventi il programma predisposto per questo grande evento che si annuncia come una festa d’arte e per l’arte che vede unite, dopo lotte e supremazie nel Mediterraneo, le quattro antiche città marinare. Saranno i monumenti, le piazze e le rotonde sul mare di Amalfi a ospitare gli spettacoli tra i quali spiccano i concerti di Salvatore Accardo e Sergio Cammariere, la musica etnica e popolare di Tony Esposito e la comicità degli artisti di Zelig. Il taglio del nastro del festival è affidato a Salvatore Accardo, violinista di fama internazionale, che inizierà un viaggio tra le musiche del celeberrimo compositore veneziano Antonio Vivaldi. Il musicista si esibirà con l’orchestra da camera italiana in un concerto di inaugurazione nel Duomo di Amalfi con inizio alle 21. La manifestazione, la cui direzione artistica è di Patrizia Porzio, proseguirà venerdì 19, sempre nel Duomo di Amalfi, con un viaggio musicale da Napoli a Venezia, mentre sabato 20 settembre spicca il concerto di Sergio Cammariere dal titolo «Cantautore piccolino». Il Mediterraneo, crocevia di popoli e oggi luogo di incontro di tradizioni e culture differenti, sarà l'ispiratore sia di una giornata di studi promossa dal centro di cultura e storia amalfitana (giovedì 25 settembre) che di una festa della musica etnica e della tradizione popolare organizzata tra slarghi, vicoli e piazzette del centro storico di Amalfi. «La notte del Mediterraneo», dalle 21 a mezzanotte, animerà la cittadina costiera nella sera 27 settembre con giochi di fuochi, balletti, musiche etniche e della tradizione popolare. La festa dell’arte si trasferirà poi presso la Darsena per il concerto di Tony Esposito e la Banda del Sole (ore 22.30) che si concluderà con uno spettacolo di fuochi pirotecnici. «L’iniziativa – spiega l’amministrato dell’Ept di Salerno e dell’Azienda turistica di Amalfi, Gennaro Avella – si inserisce nel progetto di destagionalizzazione turistica promosso dall’assessorato regionale al ramo. Il festival ha tra le finalità l’ambizione di promuovere il territorio e le sue bellezze». Il primo festival delle repubbliche marinare (in cartellone anche la musica meticcia de Les Boukakes, domenica 21 settembre, e le cartoline dall’Italia dei Playing Brass, giovedì 25 settembre) si concluderà con un evento carico di suggestione: l’omaggio a Salvatore Quasimodo attraverso un viaggio poetico e musicale durante il quale il figlio del poeta, Alessandro, leggerà le più belle metriche dell’indimenticabile premio Nobel.
 
< Prec.   Pros. >

go to top Torna in alto go to top

dal 10 giugno 2006
Menu
Home
Contatti
Links
Fonti
Archivio Articoli
Cerca nel sito

Annuncio Pubblicitario